Nuovi sviluppi in extraesofagei …

Nuovi sviluppi in extraesofagei ...

Dr. Saritas Yuksel è un assistente di ricerca e la Divisione di Gastroenterologia, Epatologia e Nutrizione alla Vanderbilt University Medical Center di Nashville, Tennessee. Dr. Vaezi è un professore di medicina; Direttore clinico della Divisione di Gastroenterologia, Hepatol-logia, e nutrizione; e Direttore del Centro per la deglutizione e disturbi esofagei, il tutto a Vanderbilt University Medical Center.

Indirizzo corrispondenza: Dr. Michael F. Divisione Vaezi di Gastroenterologia, Epatologia e Nutrizione Vanderbilt University Medical Center C2104-MCN Nashville, TN 37232; Tel: 615-322-3739; Fax: 615-322-8525; E-mail: ude.tlibrednav@izeav.leahciM

Astratto

parole chiave: malattia da reflusso extraesofagei, laringite cronica, asma, tosse cronica

La definizione di Montreal del sindromi costitutivi del reflusso extraesofagei.

Tosse cronica

malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) è la terza causa più comune di tosse cronica (dopo la sindrome di rinorrea [PNDS] e l’asma). Questi 3 cause rappresentano il 86% di tutti i casi di tosse cronica, e ci sono spesso cause multiple per ogni singolo caso.

Asma

Asma ha una forte correlazione con GERD, ed è stato proposto che le condizioni possono indurre l’altro (Figure 3). GERD può indurre l’asma attraverso i meccanismi vagale mediati o microaspirazione di cui sopra. È stato suggerito che l’asma può indurre reflusso attraverso diversi meccanismi. Esacerbazione dei risultati di asma in pressione intratoracica negativa (che possono causare reflusso), ed i farmaci usati per trattare l’asma (teofillina, agonisti, e steroidi) può ridurre la pressione del LES. GERD deve essere sospettata nei pazienti con asma i cui sintomi sono peggiori dopo i pasti e nei pazienti che non rispondono ai farmaci per l’asma tradizionali. I pazienti che hanno bruciore di stomaco e rigurgito prima della comparsa dei sintomi di asma possono essere sospettati di avere sintomi di asma da reflusso indotta.

E ‘stato proposto che l’asma e malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) possono esacerbare l’un l’altro, come GERD può indurre broncospasmo e asma possono indurre malattia da reflusso gastroesofageo. Trattare entrambe le condizioni può rompere questo ciclo e migliorare i sintomi dei pazienti.

Gli studi epidemiologici, così come i test fisiologico con ambulatoriale di monitoraggio del pH di 24 ore, hanno mostrato una associazione tra asma e GERD.34, 35 In uno studio che ha valutato la prevalenza di malattia da reflusso gastroesofageo nei pazienti asmatici, Kiljander e colleghi hanno scoperto che il 35% di GERD i pazienti non hanno avuto sintomi di reflusso tipici, ma ha avuto l’esposizione acida esofagea anormale secondo il pH monitoring.34 Allo stesso modo, Leggett e CoWork-tori condotto uno studio per valutare GERD in pazienti con difficili da controllare l’asma utilizzando il monitoraggio del pH ambulatoriale di 24 ore con entrambe le sonde distali (5 cm sopra il LES) e sonde prossimali (15 cm al di sopra delle sonde distali) .36 le sonde distali rilevati reflusso nel 55% dei pazienti, e le sonde prossimali rilevati reflusso nel 35% dei pazienti. Così, il reflusso è un evento comune nei pazienti con asma.

Come è il caso per la maggior parte delle condizioni di EER, c’è polemica per quanto riguarda il beneficio della terapia con PPI in pazienti con sospetto di asma da reflusso indotta. Gli studi hanno utilizzato diversi endpoint per misurare l’efficacia della terapia di soppressione acida in questo gruppo: Alcuni studi hanno impiegato misurazioni oggettive (ad esempio miglioramento forzata volume espiratorio [FEV1]), mentre altri studi si sono basati su questionari riferiti dai pazienti o una diminuzione la necessità di farmaci per l’asma. prove Ewly hanno riportato miglioramenti nei sintomi e la funzione polmonare nei pazienti trattati con acido therapy.37 soppressione Nel 1994, Meier e colleghi hanno condotto uno controllato con placebo, in doppio cieco, crossover che ha valutato la funzione polmonare dei pazienti asmatici trattati con omeprazolo 20 mg due volte al al giorno per 6 weeks.38 Questo studio ha trovato che il 27% dei pazienti con reflusso (4/15) ha avuto un aumento del FEV1 di almeno il 20% .38

La raccomandazione corrente in pazienti con asma (con o senza il bruciore di stomaco o concomitante regurgita-zione) è simile a quella per i pazienti con tosse cronica: uno studio empirica iniziale della terapia con PPI una volta al giorno o due volte al giorno per 2-3 mesi. Nei pazienti che rispondono alla terapia sia per il bruciore di stomaco e / o sintomi di asma, i PPI devono essere rastremati alla dose minima necessaria per controllare i sintomi. In pazienti che non rispondono, può essere necessario per testare per il reflusso tramite test di pH e / o monitoraggio / pH IMPED-ance per misurare reflusso di materiale acido o non acido, che potrebbe essere ancora responsabile per esacerbazione.

Laringite

I sintomi che possono essere associati con Laryngopharyngeal Reflux

Potenziale laryngopharyngeal segni associati con Laryngopharyngeal Reflux

monitoraggio pH ambulatoriale è anche comunemente usato nella diagnosi di LPR. Tuttavia, questo metodo manca di sensibilità e specificità per LPR. Ipofaringee e monitoraggio del pH esofageo prossimale hanno sensibilità del 40% e il 55%, respectively.59, 60 La variabilità è stato riportato in letteratura per quanto riguarda il posizionamento di prossimali e ipofaringee sonde pH (ad esempio, 15 cm sopra il LES, all’interno dello sfintere esofageo superiore [ UES], o sopra il UES). Inoltre, gastroenterologi utilizzano manometria per guidare il posizionamento, mentre le sonde di pH posizione otorinolaringoiatri tramite visualizzazione laringoscopica. Questa differenza si traduce in risultati eterogenei e l’incertezza per quanto riguarda la loro utilità clinica. Ad esempio, uno studio con il posizionamento del catetere prossimale LES-referenziata non ha rivelato un’associazione tra reflusso e symptoms.61 extraesofagei Pertanto, gli studi di pH sono confuse, piuttosto che informativo, nei pazienti LPR, e sono necessari ulteriori studi per definire meglio il ruolo di studi di pH in questo disturbo.

Il sistema di misura Dx-pH (Respiratory Technology Corp.), che è un dispositivo sensibile e minimamente invasivo per rilevare il reflusso acido nel posteriore orophar-YNX, è sempre più utilizzato in pazienti con LPR.70 Questo dispositivo utilizza un catetere nasofaringeo (il Restech pH catetere) per la misura del pH sia in goccioline o aerosol (figure 4). Questo dispositivo ha un tasso di rilevazione più veloce e tempo di equilibrio pH di cateteri pH tradizionali. Un recente, prospettico, studio osservazionale su volontari sani sviluppato dati normativi per questo dispositivo a tagli di pH di 4, 5, e 6 per l’esofago distale e oropharynx.71 Anche se sono incoraggianti, sono necessari studi iniziali di questo dispositivo nei pazienti LPR studi controllati per valutarne le role.70 future

Una sonda Dx-pH (Respiratory Technology Corp.) e diodi emettitori di luce in un orofaringe pazienti.

Negli ultimi anni, la rilevazione di salivare pepsina è stato proposto come un metodo oggettivo per la diagnosi reflux.72 pepsina è un enzima proteolitico secreto come pepsinogeno dai capi cellule nel fondo gastrico e attivato in environments.73 acido Utilizzando un metodo enzimatico , Potluri e colleghi hanno confrontato l’attività di pepsina salivare con prossimali e pH esofageo distale risultati in 16 pazienti con reflusso e hanno notato una correlazione tra questi valori di pH e test salivare pepsina findings.72 Gli autori hanno quindi concluso che il test salivare pepsina potrebbe essere un metodo non invasivo per valutare reflusso prossimale. Anche se Ozmen e collaboratori hanno trovato una sensibilità del 100% e una specificità del 92,3% per il test di pepsina nel liquido di lavaggio nasale di pazienti RHI-nosinusitis croniche, Printza e colleghi non hanno trovato alcuna attività peptica nei campioni di saliva di 93 LPR patients.74, 75 Utilizzando la tecnica Western blot per misurare la pepsina in campioni di espettorato e salivari da pazienti con EER, Kim e colleghi hanno riportato una sensibilità e una specificità del 89% e 68%, rispettivamente, in base a pH monitoraggio results.76

Recentemente, un romanzo, rapida, prova la pepsina (Peptest, Biomed) è stato utilizzato anche come una comoda, ufficio-based, non invasivo, rapido, economico tecnica per la diagnosi di LPR. Questo dispositivo a flusso laterale (LFD) utilizza 2 anticorpi monoclonali per la pepsina umano, ei suoi risultati possono essere letti in 5-15 minuti (figure 5) .77 In un recente studio prospettico,, accecato della rapida LFD in 59 pazienti con GERD obiettivo (sulla base di esofagite o test di pH anormale) e 51 soggetti di controllo, abbiamo trovato valori predittivi positivi e negativi del 87% e del 78%, respectively.78 la sensibilità e la specificità del test erano entrambi 87% via in vitro prove al banco. Così, questo studio suggerisce che l’uso di rapido LFD per il rilevamento di pepsina salivare ha caratteristiche di prova accettabili nei pazienti con GERD. Tuttavia, il ruolo clinica di questo saggio in pazienti LPR è sconosciuto e rimane oggetto di studi in corso. La tabella 3 riassume i vantaggi e gli svantaggi dei metodi diagnostici comunemente usati per il rilevamento di LPR.

Vantaggi e svantaggi dei vari metodi di rilevamento di Laryngopharyngeal Reflux

Un dispositivo a flusso laterale che mostra un risultato del test pepsina positivo rispetto alla banda di controllo da un campione succo gastrico.

terapia con PPI è lo standard di cura quando GERD è sospettato di essere l’eziologia della gola sintomi cronici. Tuttavia, un recente su larga scala, studio, multicentrico di 145 pazienti con sospetto di LPR non ha mostrato un beneficio in quelli trattati con esomeprazolo 40 mg due volte al giorno per 4 mesi rispetto a placebo.59 I risultati negativi deludenti di questo studio e di altri controllato studi in pazienti LPR derivano dall’effetto di diluizione dei pazienti arruolati in questi studi (figure 6) .79 data la mancanza di un gold standard per la diagnosi di GERD in pazienti con LPR, molti pazienti potrebbero non hanno avuto la malattia per la quale venivano randomizzati . Otorinolaringoiatri solito sospetto laringiti GERD legati sulla base di sintomi (come la compensazione di gola, tosse, e globus pharyn-GEUS) e segni (come edema laringeo ed eritema); tuttavia, questi segni e sintomi sono aspecifici per il reflusso. I pazienti che non rispondono alla terapia con PPI possono avere sia cause nonreflux legati o un componente funzionale ai loro sintomi. Il tasso di risposta al placebo in studi LPR è di circa il 40%, che è simile a quello osservato negli studi di disturbi gastrointestinali funzionali come syndrome.80 dell’intestino irritabile Anche se la risposta clinica a un processo empirico di PPI non prova un nesso di causalità, la risposta persistente o sintomo recidiva con la sospensione dei PPI può essere indicativo di sintomi GERD-correlati.

Una trama Foresta raffigurante i rapporti di rischio degli studi che valutano l’efficacia degli inibitori della pompa protonica (PPI) in pazienti con reflusso laringiti. Il rapporto rischio combinato viene calcolato tramite il metodo a effetti casuali.

Sommario

Riferimenti

4. Vakil N, van Zanten SV, Kahrilas P, Dent J, Jones R. Global Group Consensus. La definizione di Montreal e la classificazione della malattia da reflusso gastroesofageo: un consenso evidence-based globale. Am J Gastroenterol. 2006; 101: 1900-1920. quiz 1943. [PubMed]

5. Campo SK, Evans JA, Prezzo LM. Gli effetti della perfusione acida dell’esofago sulla ventilazione e sensazione respiratorio. Am J Respir Crit Care Med. 1998; 157 (4 pt 1): 1058-1062. [PubMed]

6. Ing AJ, Ngu MC, Breslin AB. Patogenesi della tosse persistente cronica associata a reflusso gastro-esofageo. Am J Respir Crit Care Med. 1994; 149: 160-167. [PubMed]

7. Adhami T, Goldblum JR, Richter JE, Vaezi MF. Il ruolo degli agenti gastriche e duodenali lesioni della laringe: un modello canino sperimentale. Am J Gastroenterol. 2004; 99: 2098-2106. [PubMed]

8. Tuchman DN, Boyle JT, pacchetto AI, et al. Confronto delle risposte delle vie aeree a seguito tracheale o esofagea acidificazione nel gatto. Gastroenterologia. 1984; 87: 872-881. [PubMed]

9. Stanghellini V. Relazione tra i sintomi gastrointestinali superiori e stile di vita, fattori psicosociali e comorbidità nella popolazione generale: I risultati dello studio nazionale / internazionale di Gastroenterologia di sorveglianza (DIGEST) Scand J Gastroenterol Suppl. 1999; 231: 29-37. [PubMed]

10. Poe RH, Kallay MC. La tosse cronica e malattia da reflusso gastroesofageo: esperienza con la terapia specifica per la diagnosi e il trattamento. Il petto. 2003; 123: 679-684. [PubMed]

11. RS Irwin. La tosse cronica a causa di malattia da reflusso gastroesofageo: ACCP linee guida di pratica clinica basate sull’evidenza. Il petto. 2006; 129 (1 suppl): 80S-94S. [PubMed]

13. Vaezi MF. manifestazioni extraesofagei della malattia da reflusso gastroesofageo. Clin Cornerstone. 2003; 5: 32-38. discussione 39-40. [PubMed]

14. Il nostro TM, Kavuru MS, Schilz RJ, Richter JE. Una valutazione prospettica di test esofagea e in doppio cieco, studio randomizzato di omeprazolo in un algoritmo diagnostico e terapeutico per la tosse cronica. Am J Gastroenterol. 1999; 94: 3.131-3.138. [PubMed]

15. Schappert SM. ambulatoriale sondaggio cure mediche Nazionale: 1991 sommario. Dati Adv. 1993; 230: 1-16. [PubMed]

17. Laukka MA, Cameron AJ, Schei AJ. reflusso gastroesofageo e tosse cronica: che viene prima? J Clin Gastroenterol. 1994; 19: 100-104. [PubMed]

21. Irwin RS, francese CL, Curley FJ, Zawacki JK, Bennett FM. La tosse cronica a causa di reflusso gastroesofageo. Aspetti clinici, diagnostici e patogenetici. Il petto. 1993; 104: 1511-1517. [PubMed]

25. Chang AB, Lasserson TJ, Gaffney J, Connor FL, Garske LA. trattamento reflusso gastro-oesoph-ageal per la tosse non specifico prolungato nei bambini e negli adulti. Cochrane Database Syst Rev. 2005; (2) CD004823. [PubMed]

29. Bastian RW, Vaidya AM, Delsupehe KG. Sensory tosse neuropatico: una causa comune e curabile di tosse cronica. Otolaryngol testa collo Surg. 2006; 135: 17-21. [PubMed]

30. OConnell F, Thomas VE, Orgoglio NB. Fuller RW Capsaicina sensibilità della tosse diminuisce con il successo del trattamento della tosse cronica. Am J Respir Crit Care Med. 1994; 150: 374-380. [PubMed]

31. Lee B, Woo P. tosse cronica, in segno di neuropatia sensoriale laringea: diagnosi e trattamento. Ann Otol Rhinol Laryngol. 2005; 114: 253-257. [PubMed]

32. Mintz S, Lee JK. Gabapentin nel trattamento della tosse cronica intrattabile idiopatica: case report. Am J Med. 2006; 119: E13-E15. [PubMed]

34. Kiljander TO, Salomaa ER, Hietanen EK, Terho EO. reflusso gastroesofageo in asmatici: un doppio cieco, studio crossover controllato con placebo con omeprazolo. Il petto. 1999; 116: 1257-1264. [PubMed]

35. Ahmed T, Vaezi MF. Il ruolo di monitoraggio del pH in malattia da reflusso gastroesofageo extraesofagei. Gastrointest Endosc Clin N Am. 2005; 15: 319-331. [PubMed]

37. Sontag SJ, O’Connell S, Khandelwal S, et al. Gli asmatici con reflusso gastroesofageo: a lungo termine i risultati di uno studio randomizzato di terapie antireflusso mediche e chirurgiche. Am J Gastroenterol. 2003; 98: 987-999. [PubMed]

38. Meier JH, McNally PR, Punja M, et al. Ha omeprazolo (Prilosec) migliorare la funzione respiratoria nei soggetti asmatici con reflusso gastroesofageo? Un doppio-cieco, studio crossover controllato con placebo. Dig Dis Sci. 1994; 39: 2127-2133. [PubMed]

39. Littner MR, Leung FW, Ballard ED, 2 °, Huang B, Samra NK. Gruppo di studio Asthma Lansopra-zole. Effetti di 24 settimane di terapia lansoprazolo sui sintomi di asma, riacutizzazioni, la qualità della vita, e la funzione polmonare nei pazienti asmatici adulti con sintomi di reflusso acido. Il petto. 2005; 128: 1128-1135. [PubMed]

42. Gibson PG, Powell H, J Coughlan, et al. LIMITED (Informazioni solo) programmi di educazione del paziente per gli adulti con asma. Cochrane Database Syst Rev. 2002; (2) CD001005. [PubMed]

43. Kiljander TO, Harding SM, Campo SK, et al. Effetti di esomeprazolo 40 mg due volte al giorno su asma: uno studio randomizzato controllato con placebo. Am J Respir Crit Care Med. 2006; 173: 1091-1097. [PubMed]

44. Vaezi MF. Laringiti e malattia da reflusso gastroesofageo: aumento della prevalenza o test diagnostici poveri? Am J Gastroenterol. 2004; 99: 786-788. [PubMed]

51. Axford SE, Sharp N, Ross PE, et al. biologia cellulare delle difese epiteliali della laringe in salute e malattia: studi preliminari. Ann Otol Rhinol Laryngol. 2001; 110: 1099-1108. [PubMed]

52. Gill GA, Johnston N, Buda A, et al. Laringe difese epiteliali contro Laryn-gopharyngeal reflusso: indagini di e-caderina, anidrasi carbonica isoenzimi III e pepsina. Ann Otol Rhinol Laryngol. 2005; 114: 913-921. [PubMed]

53. Johnston N, Cavaliere J, Dettmar PW, Lively MO, Koufman J. pepsina e anidrasi carbonica isoenzima III come marcatori diagnostici per la malattia da reflusso laringofaringea. Laryngoscope. 2004; 114: 2129-2134. [PubMed]

54. Johnston N, Bulmer D, Gill GA, et al. biologia cellulare delle difese epiteliali della laringe in salute e malattia: ulteriori studi. Ann Otol Rhinol Laryngol. 2003; 112: 481-491. [PubMed]

55. Kendall KA. Controversie nella diagnosi e nella gestione della malattia da reflusso laryngopha-ryngeal. Curr Opin Otolaryngol testa collo Surg. 2006; 14: 113-115. [PubMed]

56. Hicks DM, il nostro TM, Abelson TI, Vaezi MF, Richter JE. La prevalenza di reperti ipofaringe associati al reflusso gastroesofageo nei volontari sani. J Voice. 2002; 16: 564-579. [PubMed]

57. Milstein CF, Charbel S, Hicks DM, Abelson TI, Richter JE, Vaezi MF. Prevalenza di segni di irritazione della laringe associati al reflusso in volontari asintomatici: impatto della tecnica endoscopica (rigida contro laringoscopio flessibile) Laryngoscope. 2005; 115: 2256-2261. [PubMed]

59. Vaezi MF, Richter JE, Stasney CR, et al. Il trattamento dei posteriori cronica laringite con esomeprazolo. Laryngoscope. 2006; 116: 254-260. [PubMed]

60. Vaezi MF, Schroeder PL, Richter JE. Riproducibilità dei parametri della sonda pH prossimali nel monitoraggio del pH esofageo ambulatoriale di 24 ore. Am J Gastroenterol. 1997; 92: 825-829. [PubMed]

61. McCollough M, Jabbar A, Cacchione R, Allen JW, Harrell S, Wo JM. dati del sensore prossimale da dual-sensore di monitoraggio del pH esofageo routine è spesso imprecisa. Dig Dis Sci. 2004; 49: 1607-1611. [PubMed]

62. Vaezi MF. laringiti Reflux-indotta (malattia da reflusso faringo-laringeo) Curr Trattare Opzioni Gastroenterol. 2006; 9: 69-74. [PubMed]

63. Sifrim D, Blondeau K. Tecnologia intuizione: il ruolo di test di impedenza per i disturbi esofagei. Nat Clin Pract Gastroenterol Hepatol. 2006; 3: 210-219. [PubMed]

65. Mainie io, Tutuian R, Agrawal A, D Adams, Castell DO. monitoraggio dell’impedenza-pH intraluminale multicanale combinato per selezionare i pazienti con persistente reflusso gastro-esofageo per laparoscopica Nissen fundoplicatio. Br J Surg. 2006; 93: 1483-1487. [PubMed]

72. Potluri S, F Friedenberg, Parkman HP, et al. Confronto di un test di pepsina / espettorato salivare con il monitoraggio del pH esofageo di 24 ore per il rilevamento del reflusso gastrico in esofago prossimale, orofaringe, e del polmone. DigDisSci. 2003; 48: 1813-1817. [PubMed]

79. Qadeer MA, Phillips CO, Lopez AR, et al. pompa protonica terapia con inibitori per sospetta laringiti croniche GERD legati: una meta-analisi di studi randomizzati e controllati. Am J Gastroenterol. 2006; 101: 2646-2654. [PubMed]

80. Patel SM, Stason WB, Legedza A, et al. L’effetto placebo in studi clinici irritabile sindrome dell’intestino: una meta-analisi. Neurogastroenterol Motil. 2005; 17: 332-340. [PubMed]

81. Altman KW, Waltonen JD, Martello ND, Radosevich JA, Haines GK. 3 °. pompa protonica (H + / K + -ATPasi) espressione in laringe umana ghiandole seromucinous. Otolaryngol testa collo Surg. 2005; 133: 718-724. [PubMed]

82. Merati AL, Lim HJ, Ulualp SO, Toohill RJ. La meta-analisi delle misurazioni della sonda superiori in soggetti normali e pazienti con malattia da reflusso faringo-laringeo. Ann Otol Rhinol Laryngol. 2005; 114: 177-182. [PubMed]

83. Johnston N, Dettmar PW, Lively MO, et al. Effetto di pepsina sulle proteine ​​dello stress della laringe (Sep70, Sep53, e Hsp70) Risposta: ruolo nella malattia da reflusso laringofaringea. Ann Otol Rhinol Laryngol. 2006; 115: 47-58. [PubMed]

86. Swoger J, J Ponsky, Hicks DM, et al. fundoplicatio chirurgico in laryngopha-ryngeal reflusso non risponde alla soppressione acida aggressivo: uno studio controllato. Clin Gastroenterol Hepatol. 2006; 4: 433-441. [PubMed]

Articoli da Gastroenterologia Epatologia sono forniti qui per gentile concessione di Millenium Medical Publishing

Related posts

  • Ultimi sviluppi nella varicose …

    Il trattamento laser delle vene funziona brillantemente, con l’unico piccolo problema è che il paziente deve avere alcune iniezioni di anestetico alla gamba – questo è perché il mini-invasiva …

  • Manifestazioni di BPCO

    Estratto malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) può causare, trigger o aggravare molte malattie polmonari. Il legame tra la malattia da reflusso gastroesofageo fisiologico e delle malattie polmonari è stata ampiamente studiata …

  • la gestione a lungo termine di gastro …

    Estratto malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) è una malattia cronica, recidivante malattia che può progredire a complicanze maggiori. I pazienti affetti hanno più poveri la salute connessi qualità della vita rispetto al …

  • Non cardiaca dolore toracico, il trattamento del dolore angina.

    Estratto dolore toracico non cardiaca (NCCP) è molto comune, che colpisce fino al 25% della popolazione adulta negli Stati Uniti. Il trattamento per NCCP è notevolmente evoluta negli ultimi dieci anni ed è …

  • Il trattamento Nexium per il reflusso acido …

    Nexium è un farmaco che viene utilizzato per trattare i sintomi di reflusso acido. Nexium ‘stata lanciata con il 2001 e diventato il terzo più grande vendita di droga in tutto il mondo, con un fatturato di oltre $ 5,7 …

  • Gestione dei notturna gastroesofageo …

    GH Qual è la prevalenza della malattia da reflusso gastroesofageo notturno tra i pazienti GERD negli Stati Uniti? GH sono i tipici sintomi di presentazione di pazienti con GERD notte diversi da quelli di altre GERD …