Gestione di idatidosi addome …

Gestione di idatidosi addome ...

Astratto

Presentiamo un caso di idatidosi multipla in un 8-anno-vecchio ragazzo che ha portato da una cisti idatidea rottura della milza e la diffusione nella cavità peritoneale. Presentiamo anche un nuovo approccio per la gestione di questi casi difficili e ad alto rischio.

introduzione

caso presentazione

Un 8-anno-vecchio ragazzo, greca, presentata al pronto soccorso con dolore addominale, distensione addominale, diarrea e febbre. Un esame fisico ha rivelato più masse addominali palpabili indolore che sono stati confinati principalmente al basso addome e intorno alla regione omphalic. Ha avuto una storia di dolore addominale acuto e reazione anafilattica con orticaria eruzione 2 mesi prima, ma questo era regredito senza terapia medica.

Un esame ecografico e la tomografia computerizzata ha rivelato una cisti contenente un "membrana galleggiante" nella milza e numerose cisti uniloculari nella cavità peritoneale, che misurano da pochi millimetri a 3 cm (Figure 1 e 2) Floating membrana in cisti splenica e multiple cisti nella cavità peritoneale). I dati di laboratorio erano nei limiti della norma, tranne per il conteggio degli eosinofili (12%) e gli anticorpi contro Echinococcus granulosus (1/4096). La diagnosi di malattia idatidea multipla è stato stabilito sulla base di imaging risultati e positività per gli anticorpi anti-Echinococco.

TC dimostrando membrana galleggiante nel cisti splenica e cisti multiple nella cavità peritoneale .

TC dimostrando membrana galleggiante nel cisti splenica e cisti multiple nella cavità peritoneale .

Abbiamo applicato la chemioterapia (albendazolo, 10 mg / Kgr / die) per 6 mesi, dal momento che la diffusione della malattia nella cavità peritoneale e la molteplicità delle lesioni erano forti controindicazioni per un approccio chirurgico radicale. A circa 3 mesi le cisti nella cavità peritoneale erano scomparsi e la cisti splenica avevano ridotto in termini di dimensioni. Tuttavia i titoli anticorpali Echinococco, (che sono stati misurati ogni mese), non è caduto notevolmente per tutto il periodo di chemioterapia di 6 mesi.

Le nostre preoccupazioni fondamentali sulla esplorazione erano per evitare la diffusione della malattia e per preservare la milza. Una vasta trequarti è stato utilizzato per aprire la cisti splenica e succhiare il contenuto fuori. Il risultato era negativo poiché i contenuti sembravano gelatinosa piuttosto acquoso. La cisti splenica cancellata e scaricata all’esterno. L’esplorazione della cavità addominale ha rivelato una miriade di cisti, che misura da pochi millimetri a 3 cm situate solo nel grande omento (Figura 3) numerose cisti nel grande omento). Le manipolazioni chirurgiche è stato molto facile e non vi era alcuna possibilità di fuoriuscita dal momento che le cisti erano spessi, duro, difficile da tagliare, anche con le forbici, e che contiene solo una gelatina giallastro come sostanza. L’omento è stato completamente rimosso, compresi tutti i cisti. Il decorso postoperatorio è stato regolare, e il bambino è stato dimesso il 7 ° giorno post-operatorio. Sei mesi dopo il bambino stava bene, con una lenta diminuzione dei titoli e nessun segno di malattia residua.

Numerose cisti nel grande omento .

Discussione

test immunodiagnostici mancano di specificità, ma possono essere utili nella diagnosi dal loro sensibilità varia dal 60% al 90%. I risultati di vari test sierologici per echinococco devono essere sempre interpretati in concomitanza con la storia clinica del paziente, presentazione clinica e altri reperti. La reazione può essere presente anche anni dopo la rimozione chirurgica della cisti, dal momento che i titoli di sangue diminuiscono lentamente [1]. Un sondaggio sierologico è fondamentale nel follow-up dei pazienti operati dal momento che un test positivo in questo periodo non è diagnostica di recidiva, mentre un risolino aumento è. Anche se i test sierologici sono utili, ecografia addominale e la tomografia computerizzata sono necessari per stabilire la diagnosi.

Consenso

dichiarazioni

Interessi conflittuali

Gli autori dichiarano di non avere interessi in gioco.

Contributi degli autori

CL ha eseguito l’esplorazione e ha scritto il giornale, CS ha preso parte alla ricerca, e ha contribuito alla stesura della carta, MAK ha preso parte all’esplorazione e ha esaminato la letteratura, SD effettuare gli esami radiologici, CT eseguito l’esame ematologico e rivisto il letteratura, Tutti gli autori hanno letto e approvato il manoscritto finale.

Affiliazioni degli autori

Chirurgia Pediatrica Dipartimento, Ospedale Universitario Generale di Alexandroupolis

Related posts

  • Gestione di Bartholin s Duct …

    cisti del dotto Articolo sezioni di Bartolini e gli ascessi della ghiandola sono problemi comuni nelle donne in età riproduttiva. ghiandole di Bartolini si trovano bilateralmente al introitus posteriore e scarico …

  • Trattamento cisti idatidee Gestione…

    Medical Care medica si differenzia per CE e AE. In CE, la chirurgia rimane il trattamento primario e l’unica speranza per una completa guarigione. Migliori forme di chemioterapia e nuovi metodi, come ad esempio …

  • Gestione e Controllo di capra …

    Gestione e Controllo di capra Coccidi (Parte 1): A. David Scarfe, Ph.D. D.V.M. Tuskegee University Circa l’autore Introduzione Coccidiosi può essere uno dei più economicamente importanti …

  • Gestione di carcinoma a cellule squamose

    Un carcinoma a cellule squamose (o SCC) è un cancro della pelle che può apparire come un urto o un rosso, cerotto squamosa. Spesso si trova su gravemente danneggiata dal sole, la pelle chiara, e per questo spesso si sviluppa su …

  • Gestione di periferiche aterial …

    Anteprima gratuita. membri AAFP e abbonati pagati: Entra per ottenere un accesso gratuito. Tutti gli altri: acquistare l’accesso on-line. Anteprima gratuita. Acquistare l’accesso online per leggere la versione completa di questo articolo ….

  • Gestione di carcinoma a cellule squamose

    Weill Cornell Medical College, USA Editor Accademico: Michael P. Porter astratta 1. Case Report La sua storia medica era notevole per l’ipertensione, il diabete mellito, l’osteoartrite, e …